La pressione fiscale reale in Italia è al 52%



Secondo uno studio della Cgia di Mestre la pressione fiscale reale in Italia nel 2009 ha raggiunto il 51.9%, molto più del 43.2% indicato dall’Istat.
L’ufficio studi degli artigiani di mestre è arrivato a questo dato togliendo dal rapporto entrate tributarie-PIL, che determina la pressione fiscale, l’economia sommersa. L’Istat infatti applica le norme dettate da Eurostat, l’ufficio di statistica europea, che impongono di conteggiare nel PIL anche il peso dell’economia sommersa. Nel 2009 l’economia sommersa era stata valutata tra i 231.9 e i 255.9 miliardi di euro.
Togliendo dal PIL del 2009, pari a 1.520.8 miliardi di euro, l’economia sommersa il rapporto entrate tributarie-PIL, ovvero la pressione fiscale, sfiora il 52%.

 

Condividi


Lascia una risposta

:alien: :angel: :angry: :blink: :blush: :cheerful: :cool: :cwy: :devil: :dizzy: :ermm: :face: :getlost: :biggrin: :happy: :heart: :kissing: :lol: :ninja: :pinch: :pouty: :sad: :shocked: :sick: :sideways: :silly: :sleeping: :smile: :tongue: :unsure: :w00t: :wassat: :whistle: :wink: :wub: