“Modificare la PlayStation è illegale”



Modificare la PlayStation al fine di poter utilizzare giochi non originali è illegale.
Lo afferma una sentenza, la n. 1243, emessa dalla quarta sezione penale della Corte di Cassazione.
Secondo la Cassazione i videogiochi per la PlayStation sono da considerarsi “opere dell’ingegno” e quindi sono protetti dalla legge sul diritto d’autore. Modificare la PlayStation in modo da eludere le protezioni e poter utilizzare giochi non originali rappresenta quindi una azione illegale.
Il caso riguardava un imprenditore della provincia di Trento che vendeva mod-chip per modificare la PlayStation. L’uomo era stato condannato in primo grado ed assolto in appello. I difensori dell’uomo hanno sostenuto che i chip venduti non erano finalizzati a modificare le protezioni della PlayStation, ma ad “espandere le potenzialità, perfettamente legittime, della Ps2”, ed inoltre che i videogiochi sono software e la PlayStation è un computer.
Per la Cassazione invece la PlayStation è una “macchina automatica per l’elaborazione dell’informazione”, una “console per videogiochi”, e i videogiochi sono “opere dell’ingegno complesse e multimediali”.
La Cassazione ha quindi respinto il ricorso condannando l’uomo al pagamento delle spese processuali e un risarcimento di 2500 euro da pagare a Sony.

 

Condividi


Lascia una risposta

:alien: :angel: :angry: :blink: :blush: :cheerful: :cool: :cwy: :devil: :dizzy: :ermm: :face: :getlost: :biggrin: :happy: :heart: :kissing: :lol: :ninja: :pinch: :pouty: :sad: :shocked: :sick: :sideways: :silly: :sleeping: :smile: :tongue: :unsure: :w00t: :wassat: :whistle: :wink: :wub: